Kasomay


Vai ai contenuti


Kasomay Associazione di volontariato Onlus Imola

Regione della Casamance: Senegal.

6 Missioni dal 2011.
Centinaia di visite Pediatriche.
Decine di bambini con patologie
croniche seguiti con le Vostre
donazioni.
Progetto di screening visivo in
collaborazione con l'Associazione
Oculisti per l'Africa AMOA.
Progetto "Adotta" un Medico
Senegalese.

Corsi in Italia e in Senegal sulle
manovre salvavita in caso di
soffocamento di un bambino.


Sadio il ragazzo diabetico che stiamo curando

PARTI CON NOIi: cerchiamo Medici (soprattutto Pediatri) e Volontari di qualsiasi professionalita' che possano aiutarci. E se non puoi partire....... sostienici

AIUTACI AD AIUTARE...i bambini della poverissima regione della Casamance in Senegal

Progetto 2015 2016

Il nostro progetto 2015-2016 e' sostenere economicamente un Medico locale nella Regione della Casamance in Senegal che possa visitare gratuitamente tutti i bambini da 0 a 10 anni (che sarebbero invece costretti in condizioni normali a pagare le visite) e al tempo stesso essere il nostro referente per seguire i bambini seriamente malati che troviamo nelle nostre missioni.


i partecipanti alla Missione Marzo Aprile 2016

Missione Marzo-Aprile 2016: partiti

I componenti della Missione Kasomay 2015 Medici e Volontari, sono partiti. Tanti i programmi: visitare i bambini con problemi riscontrati nelle precedenti Missioni e quelli gia' identificati da Francesca infermiera dell'Associazione Francese Casamance Sante' con la quale collaboriamo . Accompagnare i bambini che necessitano di visite Specialistiche presso le strutture sanitarie in zona. Verificare l'accordo con il Dott. Oussman protagonista del nostro progetto "adotta un Medico a distanza". Collaborare con altra Associazioni in loco per le visite mediche ai villaggi. Cercare di ampliare le pubbliche relazioni con tutti i Responsabili Sanitari della zona. Valutare la vista con l'apporto delle nostre formidabili volontarie dell'Associazione Amoa e verificare la fattibilita' di un progetto di costruzione di un locale nuovo per le valutazioni ortottiche/oculistiche. Attuare programmi di educazione sanitaria alla popolazione locale e riproporre la lettura ad alta voce di libri per bambini. Tante cose da fare. Ma tanta voglia di fare. Grazie a tutti.

Guarda le foto e gli sviluppi della Missione Marzo-Aprile 2016 direttamente su Facebook




Chi siamo

Il filmato della missione 2012

Clicca qui se non vedi il filmato

Sostienici

La nostra Asssociazione: Kasomay

Siamo un Gruppo di amici (Medici e Volontari) intenzionati a realizzare un progetto relativo alla promozione della salute in senso bio psico sociale in Senegal nella regione della Casamance rivolto ai bambini e ai genitori. L'approccio bio psico sociale e' relativo all'aspetto biologico (cura delle malattie acute e croniche) psicologico (aiutare i bambini in situazioni familiari o istituzionali difficili) sociale (insegnare un approccio preventivo sanitario: istruzione del personale sanitario, lavare le mani, attenzione all'alimentazione, l'importanza del gioco ecc..) puntando come priorita' all'ascolto delle esigenze della popolazione e al rispetto della cultura locale.

Oggi siamo in molti di piu', abbiamo portato a termine tre missioni e avviato collaborazioni con altre onlus che operano nella regione. Insieme con i volontari di AMOA abbiamo avviato uno screening della vista fra i bambini delle scuole. Ci siamo anche fatti carico di casi particolarmente impegnativi.
Ora stiamo lavorando per crescere ancora, per dare continuita' ai nostri interventi, per lasciare un
segno, anche in termini di educazione alla salute, sempre nel rispetto della cultura locale.

I bambini che continuiamo ad assistere

Sadio

Dal diario del dott. Fiegna, al rientro dalla missione

Un giorno al Poste de Sante' si e' presentato Sadio, un ragazzo di 15 anni con diabete insulino-dipendente da tre anni. La sua malattia richiede una terapia indispensabile a base di insulina che non puo' mai essere interrotta e che se bene somministrata puo' permettere a chi ne soffre di condurre una vita normalissima.
Sadio era stato curato qualche anno fa, ma per un brevissimo periodo, perche' la famiglia non poteva permettersi di continuare a pagare l'insulina, indispensabile per la sua sopravvivenza.
Quando e' venuto nel nostro ambulatorio pesava 30 kg (circa 1,80 di altezza).
E' cieco a causa della malattia non curata.
L'abbiamo fatto ricoverare, e' stato dimesso con la prescrizione di insulina che dovra' continuare ad assumere per tutta la vita.
Abbiamo attivato l'infermiere locale che ha insegnato al fratello maggiore come si fanno le iniezioni di insulina (ne deve fare tre al giorno, tutti i giorni) e che lo sottopone ai frequenti e indispensabili controlli della glicemia.
Inoltre abbiamo fatto un accordo con il farmacista di Cabrousse, che provvedera' in maniera continuativa a procurare l'insulina alla famiglia di Sadio a nostre spese.
Robert , il nostro referente locale, fa da supervisore, si occupa della dieta di Sadio, lo accompagna a fare le visite e gli esami di controllo dal diabetologo dell'ospedale di Ziguinchor.
Siamo in contatto telefonico quasi quotidianamente con Robert.
Appena i valori di glicemia lo consentiranno, sara' ricoverato ed operato di cataratta bilaterale dagli oculisti dell'Ospedale di Ziguinchor, con cui abbiamo gia' preso accordi.
Molto probabilmente Sadio, dopo l'intervento, recuperera' almeno in parte la sua capacita' visiva.
Sempre dal diario del dott. Fiegna, dopo poco piu' di due mesi:

Abbiamo ottime notizie!
Vi ricordate di Sadio, il ragazzo di 15 anni con diabete insulino-dipendente e che a causa del diabete era diventato cieco da circa due anni?
Venerdi' scorso lo abbiamo fatto operare di cataratta bilaterale all'ospedale di Ziguinchor.
L'intervento e' andato benissimo ed e' passato dalla cecita' completa, a cui ormai lui e i suoi genitori erano rassegnati, al recupero pressoche' completo della vista!
Anche la cura del diabete procede piuttosto bene e ha chiesto (e ottenuto) di essere dimesso in anticipo dall'ospedale per tornare nel suo villaggio, sulle sue gambe, in taxi!
Venerdi' tornera' in ospedale per un controllo.
Voglio condividere questo momento meraviglioso con tutti quelli che ci stanno sostenendo e ringraziarli perche' se adesso Sadio ci vede di nuovo, e' anche per merito loro!
Un ringraziamento molto particolare va all'associazione Il Giardino Degli Angeli (www.ilgiardinodegliangeli.net) che si fara' carico delle spese per terapia, controlli medici, esami di Sadio per un anno intero.

Edouard

Edouard ha 15 anni e risiede risiede nell'orfanotrofio di Cabrousse.
Nel corso di un bilancio di salute dei bambini residenti nell'orfanotrofio, i nostri medici gli hanno riscontrato un criptorchidismo (testicolo situato in posizione anomala). Si tratta di una malattia che se non curata comporta un rischio elevato di tumore maligno del testicolo.
Quando eravamo in Africa abbiamo portato Edouard all'Ospedale di Ziguinchor, ci siamo accordati con il chirurgo che lo operera', lo abbiamo fatto visitare dall'anestesista e gli abbiamo fatto fare gli esami pre-operatori.
Siamo in attesa che Edouard, fra qualche giorno, venga chiamato in ospedale per essere sottoposto all'intervento.
Lo accompagnera' e lo assistera' durante il ricovero Robert, un referente locale della nostra associazione con cui siamo sempre in contatto.
In Casamance, come in buona parte dell'Africa, farmaci, visite di controllo, esami di laboratorio, interventi chirurgici, lastre, ecografie, ecc. si devono pagare. Chi non ha i soldi (e qui sono moltissime persone) non puo' permettersi di farsi curare

Bernard

Bernard ha 8 anni ed e' nato con una grave cardiopatia congenita (tetralogia di Fallot).
I suoi genitori l'hanno portato al Poste de Sante' di Cabrousse, convinti che il bambino soffrisse di asma.
Negli ultimi tempi faceva sempre piu' fatica a muoversi, si sentiva sempre stanco e il minimo sforzo gli provocava affanno.
Siamo riusciti a diagnosticare la sua malattia con la collaborazione di un cardiologo africano che lavora all'ospedale di Ziguinchor, ad un' ora di distanza in macchina dal villaggio in cui il bambino vive.
Bernard ora assume quotidianamente un farmaco che gli permette di vivere normalmente, senza la difficolta' respiratoria che prima gli impediva di correre e di giocare con gli altri bambini.
Fara' altri controlli cardiologici periodicamente e fra uno o due anni lo faremo sottoporre ad un intervento chirurgico risolutivo.
Kasomay si sta facendo carico del costo delle cure, dei controlli e finanziera' l'intervento chirurgico.

Yvette

Ho Dio e voi. Yvonne lo ripete spesso ai fondatori di Kasomay, l'associazione imolese di volontariato sociale e sanitario. I volontari sono riusciti a portare in Italia dal Senegal sua figlia Yvette, di 5 anni, e a farla operare, regalandole un domani migliore.

A Novembre 2014 lei e la bambina si erano recate in uno degli ambulatori allestiti da Kasomay nella regione senegalese della Casamance per chiedere aiuto. Diversi mesi prima, durante una delle sue crisi epilettiche, Yvette era caduta in un braciere, riportando danni gravissimi. Meta' viso sfigurato, il rischio di perdere un occhio a causa delle lesioni alla palpebra e l'uso compromesso di una mano.

Yvette e sua madre sono arrivate a Imola il 4 settembre 2014. Pochi giorni dopo si e' svolto il delicato intervento al volto e alla mano, eseguito all'ospedale Sant Orsola di Bologna dal chirurgo Paolo Morselli, esperto in plastica ricostruttiva, anche lui impegnato da diversi anni con la sua associazione Interethnos interplast Italy Onlus a insegnare ai colleghi di varie parti del mondo come intervenire in casi di incidenti e malformazioni. L'intervento e' riuscito e il 16 ottobre mamma e figlia potranno ripartire per il Senegal, dove le aspettano i familiari. In tanti hanno manifestato il loro calore e affetto per la bimba, dando vita a una vera e propria catena di solidarieta'.

Vai alla pagina dedicata

La collaborazione con AMOA

La collaborazione con AMK


Le nostre iniziative

Con le nostre iniziative raccogliamo fondi per aiutare i bambini della Regione della Casamance

Insegnamo cosa fare se il bambino soffoca



Organizziamo corsi per Genitori, Nonni, Insegnanti di Nidi Materne e Scuole e Ristoratori sulle corrette manovre antisoffocamento in caso di inalazione di corpi estranei nel bambini. Si calcola che 50 bambini all'anno in Italia perdano la vita per soffocamento da cibo o corpo estraneo. Sapere cosa fare puo' significare salvare una vita. Chiediamo solo una raccolta di offerte per la nostra Associazione Kasomay. Tali corsi prevedono una parte teorica e l'esecuzione pratica delle manovre da parte dei Partecipanti su appositi manichini.

Pensiamo alle bomboniere per le tue feste




Hai bisogno di bomboniere per i tuoi eventi? Battesimi, Comunioni, Cresime, Matrimoni:
PROGETTO IDEE STUDIO CREATIVO
rivolgiti alla nostra Partner con una vasta scelta di articoli di classe curati in ogni particolare e a un prezzo conveniente.

Parte del ricavato andra' alla nostra Associazione Kasomay.

Organizziamo Corsi per i Genitori per aiutarli nella crescita dei loro Bambini



Organizziamo corsi per i Genitori su argomenti relativi all'educazione, alla gestione dei problemi piu' comuni sanitari e non dei bambini.
Chi fosse interessato puo' contattare la Dott.ssa Allegrini o il Dott. Reggiani.
Chiediamo solo una raccolta di offerte per la nostra Associazione Kasomay.
Cliccando sula diapositiva potrai consultare il calendario dell'ultima serie di incontri relativi al 2015.


CONTATTI

Associazione Kasomay Via Serraglio 20 40026 Imola (BO)
kasomayinfo@gmail.com

Dott. Lamberto Reggiani: reggianilamberto@hotmail.com
Cell 337557057

Dott.ssa Antonella Allegrini: allegrini.antonella@libero.it
Cell 3358327818


contatore internet

Home Page | Chi siamo: le persone | Dove andiamo | Cosa facciamo: i bambini | Sostienici | Bomboniere solidali | Ringraziamenti | Direttivo. Pagina riservata | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu